Una volta protetta la propria casa con l'inserimento di grate di sicurezza, non è corretto affermare che nessun intruso possa più introdursi all'interno, ma cosa c'è di meglio delle grate per questo compito?


Le grate permettono di vivere abitualmente con una protezione sempre attiva, perché rimangono normalmente chiuse e vengono aperte solo all'occorrenza, questo perché da chiuse lasciano comunque passare luce e aria non creando quindi una condizione opprimente. Questo le esalta rispetto ad una persiana blindata che fa il suo lavoro solo quando è chiusa con l'evidente mancanza di luce, rispetto ad un serramento blindato che anch'esso se serrato non permette l'areazione dei locali.


Le grate poi, possiedono anche una forte componente deterrente, perché se il ladro non ha un particolare e preciso motivo per introdursi proprio nell'abitazione, ne sceglierà certamente una in cui non si vedano delle evidenti difficoltà di accesso, quindi crea un effetto protezione già solo sotto l'aspetto visivo.
Si potrebbe intendere che non sia importante la qualità della grata da installare, ma non è così, perche dato che le grate stanno diventando un prodotto di uso comune, il ladro comincerà a scegliere tra quelle più adatte ad essere forzate, quelle che non presentano criteri studiati per impedire le comuni effrazioni, di manifattura semplice, prive delle protezioni basilari come la protezione delle arie di unione tra telai e ante.


Anche rispetto ad un antifurto, la grata si fa forte, quest'ultimo non impedisce l'effettivo ingresso del malintenzionato, il suo ruolo è avvisare urlando o telefonando, ma è risaputo che un antifurto non impedisce realmente l'accesso del ladro, che sa di avere comunque alcuni minuti a disposizione per effettuare il reato; spesso poi ci si dimentica di inserirlo o si evita di farlo mentre si è in casa, oppure quando si vuole tenere le finestre aperte, il malintenzionato potrebbe entrare da una stanza mentre ci si trova in un'altra.


Ma poi, voi andate a vedere se c'è un malintenzionato ogni volta che sentite suonare un allarme? E se ci fosse? Siete certi che chiamereste aiuto? Nella maggior parte dei casi l'allarme inizia a suonare all'apertura del serramento, che una volta aperto permette al ladro di introdursi all'interno, quindi anche nel caso in cui qualcuno uscisse a guardare, non vedrebbe comunque nessuno ed eviterebbe di contattare le forze dell'ordine per l'incertezza della situazione. Bisogna dire però che anche le grate non sono invulnerabili, ricordiamo che oramai esistono flessibili a batteria, trance oleodinamiche portatili e camion con ganci di traino a catena che sono in grado di lasciare le grate intatte e rompere il muro a cui sono fissate con la forza di strappo. Queste però sono situazioni rare e, per esperienza storica, attribuite sempre alla certezza del valore del bottino.


È importante sapere che quest'anno sono finalmente pronte e chiare le regole definitive necessarie a certificare le grate in base alle classi di resistenza. E' per questo che fino ad oggi (ma continueremo anche dopo le certificazioni definitive) abbiamo preferito offrire una soluzione certa, garantita da una assicurazione contro il furto stipulata da una casa assicurativa imponente che ha valutato, considerato e che ha garantito per noi il prodotto, piuttosto che qualcosa che sarebbe cambiata a breve. Oltretutto ritenevamo necessario attendere il completamento delle ultime modifiche perfezionate per l'anno 2015, come la serratura con catenaccio basculante con gancio in ACCIAIO, come i rinforzi con i profili da 30/1 O in corrispondenza dei punti di chiusura, come il sistema di antisfilamento delle sbarre dai tubolari ecc., tutte novità appena ultimate e già in produzione.
Abbiamo già avviato i processi per le certificazioni che saranno ultimati entro l'anno in corso.